Tuesday, December 29, 2015

Obbedienza e feducia

Ci troviamo di fronte due cose oggi nel nostro Vangelo: il primo è l'obbedienza dei genitori di Gesù alle prescrizioni di legge e la seconda è il secondo e il profeta Simeone. I genitori di Gesù, Maria e Giuseppe erano obbedienti e sono giusti. Obbediscono alle prescrizioni della legge giudaica. hanno presentato Gesù al tempio che offre una coppia di tortore che è stato prescritto per i poveri. A noi, siamo invitati anche a essere come Maria e Giuseppe: che non importa ciò che la nostra professione è, non importa chi siamo, tutti siamo invitati a seguire le prescrizioni di Dio. E che la prescrizione è: amare a Dio e amare il prossimo in ogni modo possibile. E anche di offrire noi stessi al Signore, tutte le nostre opere per la maggior gloria di Dio.

E la seconda persona che abbiamo sentito è Simeone. Simeone era vecchio e per morire. Aspettava di vedere il Messia e ha proclamato la sua fede. Spero anche che potremmo arrivare alla fine della nostra vita che abbiamo visto il Signore durante il nostro viaggio sulla terra. Spero che saremo in grado di riconoscere la sua presenza negli altri e in noi stessi. Spero che si possa arrivare in quel giorno in cui riconosciamo pienamente nella nostra vita la presenza di Cristo. E spero che non ci avrebbe aspettato quando sarebbe quel giorno sarebbe stato. Dovremmo iniziare riconoscerlo nei piccoli atti di amore che facciamo agli altri, e le piccole azioni di amare gli altri fare per noi e nelle grazie che Dio ci dona ogni giorno.


No comments:

Post a Comment