Skip to main content

Posts

Showing posts from January, 2016

Mantenerla

Maestro, non t’importa che siamo perduti? Avete mai accusato il Signore quando succede qualcosa nella vostra famiglia o con i vostri cari o quando qualcosa di brutto succede a te, alla tua carriera, quando i vostri piani sono andati storti?

A volte si tende a dire: "Signore non sei interessato a me" non t’importa che siamo perduti?  Molte volte, quando siamo sorpresi, quando una tempesta passa nella nostra vita, si tende a dare la colpa agli altri, e diamo la colpa a noi stessi, poi quando non c'è nessun altro da incolpare ... incolpiamo il Signore.

Siamo invitati oggi miei cari fratelli e sorelle ad essere saldi nella fede. Siamo invitati a resistere alle tempeste che passano nelle nostre vite. Dobbiamo mantenere la fede che avevamo quando eravamo così felici con Dio, felici nella vita. Mantenere la nostra fede quando i problemi passano.

Preghiamo per coloro che stanno lottando nella vita di oggi, che il Signore dia loro il coraggio di combattere i forti venti e le paur…

Condividere

Ognuno di noi siamo invitati ad utilizzare i talenti e la sapienza che Dio ci ha dato. Ci viene dato tutti questi in modo che possano essere utilizzati nella proclamazione della Parola e per la maggior gloria del Signore. Non devono essere nascosti e conservati per il nostro bene. Si deve condividere. Perché anche se li nascondiamo, saranno scoperti e usciranno naturalmente come la luce nascosta all'interno del cestello. Una luce dovrebbe brillare. La fiamma svanirà se tenuta nascosta. I nostri talenti e la saggezza devono essere utilizzati per scoprire il mistero nascosto di Dio; per mostrare agli altri il mistero di Dio che non possono capire o cogliere nella loro mente; usarli per rendere comprensibile un po’ questo mistero.

Siamo invitati oggi a guardare san Tommaso d'Aquino, che ha usato il suo talento nel parlare e per iscritto, ha usato la sua mente brillante per scrivere la Summa Teologica e mostrare la grandezza di Dio. Ci ha fatto capire un po’ questo amore di Dio, l…

Ascoltare e Fare

Gesù spesso descrive il Regno di Dio attraverso parabole piuttosto che dare la sua esatta definizione. Egli descrive anche come dobbiamo comportarci in modo da raggiungerlo. La parabola di oggi parla proprio di noi e la nostra accoglienza del regno o della buona notizia. Alcuni di noi ascolta il Vangelo, i valori del Regno, le cose che dovremo fare e tuttavia entra in un orecchio ed esce dall'altro. Non rimangono. Non lo lasciamo crescere e rimanere in noi. A volte lo facciamo, ma a causa di circostanze della vita, nella famiglia, nel lavoro, si tende a sacrificarla piuttosto che essere fedeli. Beati coloro che ascoltano La Parola e l’accetta e fruttifica. "Chi ha orecchi per intendere, intenda".

Preghiamo il Signore, che ci ha aiutato nel nostro desiderio e fare la sua volontà. Preghiamolo, per che ci guidi nel nostro percorso in modo che quando la parola entra nelle nostre orecchie, venga assimilata nella nostra vita, e possiamo portare frutto nella misura chi del cen…

Continua...

Come abbiamo già detto, siamo tutti invitati a partecipare alla proclamazione del Vangelo, la proclamazione della buona notizia. E come parte di questa partecipazione, dovremmo portare gioia e pace a tutti coloro che incontriamo e ai quali parliamo. Dovremmo portare benedizione ad altri e vedremo che le benedizioni arriveranno anche a noi come un risarcimento di Dio per il nostro lavoro.

Siamo invitati oggi a guardare i Santi Timoteo e Tito. Loro non erano dei dodici, erano seguaci di San Paolo, ma hanno fatto la cosa giusta: continuare le opere degli Apostoli e l'aiuto nella evangelizzazione del resto del mondo conosciuto. Hanno continuato a fare e predicare la misericordia e la compassione di Dio per tutti.

Preghiamo oggi per tutti coloro che continuano a fare la volontà di Dio, che continuano a predicare il Vangelo. Che il Signore ricompensi le loro opere di pietà e li benedica per la loro fedeltà a Dio.

Non Escuse

La persona di Paolo ci ricorda oggi che anche le persone peggiori possono diventare portatori della Parola di Dio. E a volte, dopo la loro conversione, la loro fede e la loro convinzione di proclamare il Vangelo sono più autentiche rispetto a noi. La festa di oggi ci invita a fare lo stesso. Anche se siamo indegni, anche se la nostra Chiesa è colpevole di tanti errori nel passato, dobbiamo continuare ad andare in tutto il mondo e predicare il Vangelo ad ogni creatura e dire a tutti che chi crederà e sarà battezzato sarà salvato; ma chi non crederà sarà condannato. Non dovremmo mai usare le nostre fragilità e indegnità come scusa per non fare i nostri doveri come messaggeri di misericordia e di compassione, come messaggeri del Vangelo. Allo stesso modo, cerchiamo di cambiare le nostre vie tortuose, e diventare veri testimoni di ciò che proclamiamo.

Preghiamo oggi per tutti coloro che continuano a perseguitare il popolo di Dio: che anche loro possono essere convertite e benedette; che …

Famoso

Nelle letture di oggi, troviamo tre personaggi famosi con qualcosa di comune in loro. Saul, Davide e Gesù. I tre sono stati capi e avevano un sacco di seguaci. Saul ha avuto centinaia, Davide un migliaio, e Gesù aveva migliaia di seguaci, quando era ancora in vita e che è continuato fino a diventare miliardi fino ad oggi. Una persona che attira molti seguaci e amici anche attrae molti nemici invidiosi che farebbero di tutto per mettere giù.. nemici degli ebrei contro Saulo, Saulo diventato invidioso di Davide e pianificato di ucciderlo e a Gesù i capi (religiosi o politici) del suo tempo.

Ai nostri giorni, come seguaci di Cristo, siamo chiamati anche a partecipare ai lavori che Cristo ha iniziato: essere misericordiosi, compassionevole, pietose, amare il prossimo, etc. Come viene proposto dal quarto giorno di preghiera per l'unità dei cristiani, che diventiamo un popolo sacerdotale chiamato a proclamare il Vangelo, dovremmo fare tutti questi cosi. Ma attenzione, perché quando lo …

Supremazia

Siamo nel secondo giorno de la settimana di preghiera pe l'unita dei cristiani. E oggi siamo specificamente invitati a riflettere su come diventare messaggeri di speranza. Siamo invitati a dare la vita per gli altri e non essere persone che hanno frenano, aderendo a leggi e tradizioni che uccidono la capacità degli altri di essere migliori. Cosi che ostacola la nostra unificazione con altri credenti in Cristo. Il Vangelo ci nostra esplicitamete che nondobbiao smettere di fare il bene solo perchè in conflicto con una legge della chiesa. La dignità umana e il bene della persona doverebbe avere la priorità sulle leggi. Se abbiamo questo atteggiamento di dare primato all vita ... che sacrificare la vita per amore della tradizione, aora siamo diventati ciò che oggi chediamo che noi diventiamo messageri di esperanza, come Davide, come Gesù.

Vengo Subito

Nel primo giorno del tempo ordinario ci concentriamo 1) sulle prime parole di Gesù: il tempo è compiuto, e il regno di Dio è vicino, convertitevi e credete al vangelo. E 2) sulle sue primi azioni: ha invitato i suoi primi quattro discepoli, coppia per coppia, come Elkana nella prima lettura che aveva due mogli che amava.

Le sue parole indicano un intervento immediato che sta avvenendo e che è da fare subito. Se è il momento, quindi qualcosa deve essere fatto subito. Non più tardi, non domani, ma oggi. A pentirsi e a credere nel Vangelo subito. Viene mostrato il modo in cui i discepoli furono chiamati e le loro risposte. Stavano stendendo le reti, del lavoro. Ma hanno buttato via tutto, lasciate le reti, lo seguirono. Erano con il padre al lavoro, ma lo lasciarono e seguirono Gesù subito. Non abbiamo sentito scuse da loro. E noi? Quando c'è un invito a servire nella chiesa o c'è qualcosa da fare per quanto riguarda la nostra fede o la fede in Dio, che cosa facciamo? Rispondiam…

Binyag Ka Na Ba?

BINYAG KA NA BA? Naranasan mo na bang tinadyakan o inapakan ang sapatos mo ng mga walang hiya mong mga kaibigan? They didn't mean to hurt you actually. Indication lang yan na bago sapatos mo o bagong shine. It's a way of affirming. Regalo para sa bago mong suot. Ganun din pag may bagong kotse, damit, relo, bag, selpon, etc etc etc. Kasama na jan ang trend pag summer sa mga batang lalaki at sa barkadang baguhan at walang kamuwang muwang. Gets nyo na siguro yan. Indication at reminder lang yan ng puberty, teenage life, at buhay barkada. Sa mga bugoy na kagaya ko, malamang marami pang bagay ang naglalaro jan sa isip nyo na gusto nyong sabihin o isagot sa tanong ko: "binyag ka na ba?" pero hangang jan na lang muna sasabihin ko.
Nung bininyagan tayo sa simbahan, for sure wala tayong kamuwang muwang. Let us just say na yun na yung indication na simula nung araw na yon ay Kristiyano ka na. Simula nung araw na iyon, markado ka na bilang taga sunod ni Kristo. Likewise, our p…

Un Segno e Un Ricordo

Per la festa del Battesimo del Signore, per rendere più semplice la riflessione, cerchiamo di concentrarci su questo: Il Battesimo del Signore è il segnale di una partenza e allo stesso modo un ricordo del nostro Battesimo in Cristo.

UN SEGNALE. È il segno di un inizio, di una partenza, di una conferma. Un inizio di che cosa? Una partenza verso che cosa? È l'inizio delle nostre riflessioni sulla vita ordinaria e il ministero di Gesù. Nei prossimi giorni e mesi prima della Settimana Santa e della Pasqua, sentiremo gli insegnamenti di Gesù, i suoi poteri di guarigione e i suoi miracoli, le sue preghiere e le sue speranze per tutti noi suoi fratelli e sorelle.

Si tratta dell’inizio del suo servizio all'umanità, l'avvio della sua missione finale. È l'inizio di un compito molto grande e pesante: per salvare l'umanità dal male. È l'inizio di trovarsi in una vigna tra custodi traditori. È il suo partire che ha intrapreso, nonostante i rischi, la resistenza dei popoli, …

El Hijo y Tu

Ay Pag-ibig!

Love is a word that is easy to pronounce when read
but difficult to truly express its meaning when said.
Love is a feeling that involves losing and dying,
and yet brings gain and life for others when you are truly loving.
Love is so hard to define
as it is difficult for God to be defined.
Love is difficult to confine in one sole meaning
when you try to teach people through your experiences
which to them it doesn't mean anything.
It is complex and various significance
compared to God's love which only mean one thing.

The Lord says that we must love God and love one another.
Isn't it very nice to hear? 
Isn't it very nice to imagine?
I wonder how the world would be 
if love is everywhere and everyone is loving.
It's nice to say and nice to dream, 
but truly, very difficult to put into doing.
It is complex and requires a lot of effort
and entails a lot of sweating.

When love is spoken, it stirrs feelings on others.
And when love is expressed in action,
a miracle before your eyes will sure…

L'amore

L'amore è una parola che è facile pronunciarlo quando lo leggiamo
ma difficile da esprimere veramente il suo significato quando sei innamorato.
L'amore è un sentimento che comporta perdere ciò che si ha,
ma comporta il guadagno e la bontà dell’altro quando è dato con amore.
L'amore è difficile da definire così
come è difficile da definire Dio.
E l'amore è più difficile da definire
quando si cerca di insegnare alla gente ciò che significa.

Il Signore dice che dobbiamo amarci gli uni gli altri.
Molto bello da immaginare, non è vero?
Mi chiedo come il mondo sarebbe se l'amore è dappertutto.