Monday, January 25, 2016

Non Escuse

La persona di Paolo ci ricorda oggi che anche le persone peggiori possono diventare portatori della Parola di Dio. E a volte, dopo la loro conversione, la loro fede e la loro convinzione di proclamare il Vangelo sono più autentiche rispetto a noi. La festa di oggi ci invita a fare lo stesso. Anche se siamo indegni, anche se la nostra Chiesa è colpevole di tanti errori nel passato, dobbiamo continuare ad andare in tutto il mondo e predicare il Vangelo ad ogni creatura e dire a tutti che chi crederà e sarà battezzato sarà salvato; ma chi non crederà sarà condannato. Non dovremmo mai usare le nostre fragilità e indegnità come scusa per non fare i nostri doveri come messaggeri di misericordia e di compassione, come messaggeri del Vangelo. Allo stesso modo, cerchiamo di cambiare le nostre vie tortuose, e diventare veri testimoni di ciò che proclamiamo.

Preghiamo oggi per tutti coloro che continuano a perseguitare il popolo di Dio: che anche loro possono essere convertite e benedette; che possano guarire gli altri, piuttosto che ucciderlo; che essi possono dare speranza, piuttosto che dare disperazione; e che il Signore mostri anche a loro misericordia e compassione, alla fine della loro vita.


No comments:

Post a Comment